News
8 Marzo 2019

Il database: uno strumento fondamentale nelle attività di presa appuntamento

Prima di implementare un servizio di presa appuntamenti è necessario avere un database qualificato; sarà infatti dalla natura e dalla bontà del database che dipenderanno i risultati dell’intera attività.

Scaricare o acquistare un database sommario di contatti non ha nessun valore al fine di generare opportunità di business. 

Per questo il database è considerato lo strumento base dal quale partire per generare appuntamenti in target con i bisogni e le aspettative dell’azienda.

Un database di qualità dedicato alla presa appuntamenti permette di:

  • Tenere traccia delle interazioni avute con l’azienda;
  • Individuare i referenti a cui rivolgersi;
  • Capire i bisogni del cliente per offrire soluzioni su misura;
  • Costruire una relazione personalizzata;
  • Facilitare l’attività di lead nurturing.

Filtrare i lead

Per costruire un database utile alla presa appuntamenti, è importante distinguere i lead di qualità da quelli senza valore. Per raggiungere questo obiettivo si può:

  • Strutturare strategicamente i form: scegliendo quali informazioni chiedere a un contatto, permette di creare un importante discriminante; settore di business e locazione geografica, ad esempio, permettono di capire fin da subito se il lead rientra nel campo d’azione della propria attività;
  • Verificare le informazioni ricevute: prima di inserire i dati nel database, bisogna verificarne l’autenticità; un check dell’indirizzo IP, ad esempio, stabilirà la veridicità della posizione geografica dichiarata, mentre ricerche su internet e registri ufficiali consentiranno di confermare l’identità del contatto.

Identificare il valore dei lead

Una volta filtrati i lead, bisogna quantificare il loro valore per ordinarli: l’indice più valido è quello del coinvolgimento, ad esempio tracciando i tempi di lettura di mail e documenti trasmessi al contatto.

In questo senso l’attività di presa appuntamenti sarà più performante e ottimizzata.

presa appuntamenti b2b